La Storia del'Imperatore











La Storia del'Imperatore

L'Imperatore, un individuo avvolto prevalentemente nel mistero, di cui non si sa ancora con precisione quando sia nato; alcuni dicono che fosse presente durante l'Impero Romano, altri pure prima, ma solo una volta partecipò attivamente alla storia e qui io vi racconterò tutto ciò che è conosciuto su di lui.


Si dice che si svolse tutto durante l'Era dei Conflitti. Grandi individui psionici capirono che loro insieme non avrebbero potuto riportare l'ordine sulla Terra, perciò decisero di sacrificarsi per creare qualcuno che avesse le abilità necessarie a riunire l'umanità. Fu così che si sacrificarono e anni dopo, si dice nel Medio Oriente, nacque quello che ora conosciamo come l'Imperatore.
Il suo nome non lo sapeva nessuno e crebbe durante l'Era dei Conflitti, quando le tempeste warp tormentavano lo spazio impedendo i viaggi spaziali e l'umanità era divisa in numerose fazioni comandate da usurpatori, megalomani e fanatici.
L'Imperatore decise di porre fine a tutto ciò e un giorno apparve alla testa di un esercito di superuomini rivestiti dalle Armature Potenziate MkI. Nessuno poteva resistergli, il suo esercito era inarrestabile. Le sue schiere si allargarono man mano che i comandanti ribelli venivano sconfitti. Questo periodo venne chiamato come Guerre di Unificazione.
Alla fine dell Guerre di Unificazione, la Terra venne riunita e l'Imperatore finalmente conosciuto con tale nome.
Poco dopo le tempeste warp che affliggevano la galassia cessarono e quindi l'Imperatore puntò all'intero sistema solare e poi all'intera riunificazione galattica del genere umano.
Per prima cosa andò su Marte, pianeta la cui presenza nel sottosuolo dello C'tan Il Dragone aveva influenzato la popolazione fino a portarla a creare una società chiamata Mechanicum. L'Imperatore strinse un'alleanza con il Mechanicum, ottenendo così grandi meraviglie tecnologiche con cui avrebbe potuto più facilmente riunificare l'umanità.
Dopo decise che avrebbe creato individui superiori per comandare venti legioni che avrebbero operato in suo nome per la riunificazione mentre lui si occupava di tutte le questioni politiche e burocratiche.
Così, con la sua conoscenza e quella del Machanicum creò i Primarchi. Successivamente ci fu il famoso incidente.
Dopo i vari ritrovamenti e l'inizio della Grande Crociata, ci fu il grande trionfo della Campagna di Ullanor, a cui parteciparono molte legioni con rispettivi Primarchi e pure l'Imperatore insieme ai Custodes. Lì l'Imperatore dichiarò che ora erano pronti per agire da soli e che lui si sarebbe ritirato sulla Terra per degli affari da sistemare, nominando subito dopo Horus Signore della Guerra.
L'Imperatore aveva un grande amico, presente al suo fianco fin dai tempi delle Guerre di Unificazione. Egli si chiamava Malcador ed era conosciuto come Il Sigillita. Malcador era un uomo normale, ma aveva un enorme potere psionico secondo solo a quello dell'Imperatore.
L'Imperatore dopo il ritorno sulla Terra lo nominò Reggente dell'Imperium a capo del primo consiglio imperiale che ora ospita i Sommi Signori della Terra, dato che lui doveva sbrigare delle faccende.
Il signore dell'umanità si rinchiuse dentro delle stanze segrete, dove a nessuno era permesso entrare o sapere cosa ci stesse facendo, solo alcuni Tecnopreti che dovevano aiutare personalmente l'Imperatore.
Dopo numerosi mesi, il Primarca Rogal Dorn e Malcador riuscirono ad avere udienza con l'Imperatore dentro quelle stanze segrete. Lo trovarono seduto sopra un grande costrutto metallico, pieno di cavi, collegamenti e dal colore dorato. Era il Trono d'Oro. L'Imperatore disse che questo trono serviva per effettuare il passo successivo dell'Umanità, creando un Portale della Rete sulla Terra e permettendo così alla razza umana di viaggiare senza pericoli da una parte all'altra della galassia in brevissimo tempo. Ma per tenere attivo il Portale e non destabilizzarlo creando distorsioni nel Warp era necessario che l'Imperatore si sedesse sopra di esso e sfruttasse tutte le sue abilità psioniche. Era un grande progetto e tutto sarebbe andato per il meglio se non fosse accaduta una cosa.
Sappiamo tutti che Magnus comunicò all'Imperatore del tradimento di Horus con l'utilizzo dei poteri psionici, ma non tutti sanno i veri motivi che fecero adirare l'Imperatore.
I primi due sono quelli che tutti conoscono, ovvero che l'Imperatore avesse talmente tanta fiducia in Horus da non credere al suo tradimento e il fatto che Magnus avesse disobbedito all'Editto di Nikaea utilizzando i poteri psionici. Molti possono pensare che l'Imperatore sia un ipocrita dato che aveva proibito i poteri psionici nonostante lui fosse quello più potente nella galassia, ma non è così, infatti l'uso improprio di tali poteri avrebbe potuto causare l'incidente che involontariamente provocò Magnus, perciò l'Imperatore ritenne l'umanità non ancora pronta a un utilizzo su vasta scala.
Magnus, apparendo psionicamente davanti all'Imperatore, distrusse i sottili equilibri che tenevano sotto controllo il Portale della Rete, distruggendolo irreparabilmente.
Questo provocò gravi distorsioni nel Warp e si crede che quell'area del palazzo venne temporaneamente invasa dai demoni.
L'Imperatore si sedette sul Trono d'Oro, ripristinando il sottile equilibrio impedendo ai demoni di invadere l'intero palazzo.
Successivamente ci furono i vari avvenimenti dell'Eresia di Horus e si arrivò all'Assedio della Terra. L'Imperatore aveva in mente Magnus come suo erede e successivo custode del Trono d'Oro, ma il Primarca ormai era passato dalla parte di Tzeentch. La sua unica speranza rimasta era Malcador, ormai il secondo in comando. Gli disse che avrebbe dovuto fare un grande sacrificio e Malcador accettò venendo posto sul Trono d'Oro mentre l'Imperatore combatteva la battaglia finale.
Dopo la sconfitta di Horus, l'Imperatore ferito venne portato nuovamente nel palazzo e risostituire Malcador.
Lo trovarono estremamente invecchiato, decrepito e sfinito. Malcador venne scambiato e accasciato a terra esalò i suoi ultimi respiri, poi il suo corpo si ridusse in polvere.
Successivamente L'Imperatore venne praticamente imprigionato sul Trono d'Oro, un po' per farlo sopravvivere, ma soprattutto per mantenere acceso l'Astronomican e impedire al sottile equilibrio di distruggersi nuovamente e portare il pandemonio sulla Terra. Il potere dell'Imperatore era comunque leggermente diminiuito a casua delle gravi ferite in combattimento e quindi venne stanziato il coro di mille psionici che compensa la piccola mancanza dell'Imperatore
Senza di Lui, c'è il Nulla...

-Nicholas

3 Commenti:

Lorenzous ha detto...

whoah! non sapevo tutte queste cose!

Francesco Ellia ha detto...

ma l'imperatore non era nato nel 9000 a.C, in anatolia, secondo una delle prime versioni? il sacrificio degli psionici che portò alla sua nascita era quello di alcuni sciamani delle tribù prestoriche, che percependo slaanesh in "gestazione" nel warp (ci sarebbero voluti milleni prima che gli eldar portassero alla sua nascita) convennero di dare all'umanità un arma in sua difesa..

Nicholas Sacco ha detto...

sinceramente la storia di Slaanesh non la sapevo. Quella che ho raccontato io sulla sua origine è una delle ultime versioni, anche se altre più vecchie riferiscono di sue apparizioni anche nell'avanti Cristo tra gli avvenimenti storici più importanti.

Posta un commento